Importazione su invito

Lo startup del proprio ambiente GlipMe può richiedere del tempo per andare a regime, seppure questo processo non risulti faticoso (di fatto è “diluito” e generato dalla normale operatività quotidiana) e sia dovuto alla generale assenza di un archivio strutturato, completo ed aggiornato dei propri contatti (qualora questo esista, ovviamente le procedure di importazione/avvio rendono l’operazione immediata).

Non è molto più semplice trovarsi buona parte della propria rubrica automaticamente completata?

Per questo nel menu importazione esiste la funzionalità di “importazione su invito”. E’ sufficiente fare copia e incolla di un elenco di indirizzi email, che possono essere facilmente estratti dalla rubrica del proprio programma di posta elettronica, per spedire a tutti un “invito” ad aggiornare i dati. In questo modo ogni referente potrà in un minuto specificare i suoi recapiti, ed i dati verranno elaborati da GlipMe per creare tutte le informazioni necessarie (azienda, ecc.). All’utente GlipMe non resta che attendere le email di notifica e vedere la propria banca dati che si riempie.

Ricordo che chi utilizza Outlook può utilizzare una comoda funzione che permette di analizzare tutte le email nella propria cassetta di posta (se questa è locale), ed estrarre l’elenco degli indirizzi con cui ci sono stati in passato scambi di messaggi. Utilizzare questa funzione in sinergia con l’importazione su invito di GlipMe consente di contattare rapidamente tutte le persone con cui ci sono stati rapporti di lavoro ed ottenere i loro recapiti aggiornati in GlipMe.

Prima di utilizzare questa funzionalità è consigliabile personalizzare (dall’area setup) il modello dell’email che viene spedita, in modo da personalizzarlo maggiormente ed evitare che venga scambiato per un messaggio generico/anonimo e quindi cestinato.

leave your comment